"π‘«π’Šπ’‡π’‡π’π’π’…π’Š π’β€™π’‚π’Žπ’π’“π’† 𝒐𝒗𝒖𝒏𝒒𝒖𝒆 𝒕𝒖 𝒗𝒂𝒅𝒂. 𝑡𝒐𝒏 π’π’‚π’”π’„π’Šπ’‚π’“π’† 𝒄𝒉𝒆 𝒏𝒆𝒔𝒔𝒖𝒏𝒐 π’”π’Š π’‚π’π’π’π’π’•π’‚π’π’Š 𝒅𝒂 𝒕𝒆 𝒔𝒆𝒏𝒛𝒂 𝒆𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 π’‘π’Šπ’–' π’‡π’†π’π’Šπ’„π’† π’…π’Š π’‘π’“π’Šπ’Žπ’‚" M. T. Di Calcutta

Appunti di viaggio

Giugno
2020

Non hai mai l'impressione che tutta la tua vita sia giΓ  scritta e organizzata?

Quella sensazione di monotonia e ripetizione, nessuna sorpresa, nessun emozione inaspettata... Ogni giorno si ripete quasi identico a quello precedente, sempre mille cose da fare, gli impegni, le responsabilitΓ  e piΓΉ la vita scorre meno ci si 'sente' vivi...

A volte mi Γ¨ capitato di chiedermi cosa ci distingue dalle macchine che sono costruite perchΓ© siano utili a qualcuno o al raggiungere un mero scopo.

Una volta fatti i compiti della vita, assolti tutti i doveri, il piacere dov'Γ¨? Dov'Γ¨ il trasalimento? Dov'Γ¨ l'estasi?

Io ho scelto di vivere ogni giorno ribellandomi a tutto questo, trasgredendo alle regole, ribaltando gli stereotipi e cercando ogni giorno esperienze che mi riempiono di emozioni e mi fanno amare la mia vita sempre di piΓΉ.

E tu cosa fai per emozionarti? Chiamami e raccontamelo dai...

Agosto
2020

Solo un uomo. Un semplice uomo e un Abisso... che abbraccia il cielo e va oltre...

Uno specchio, dentro cui guardare e guardarsi.

Un’anima antica, complessa, dalle profonditΓ  ataviche, le quali gli hanno fatto dono del piΓΉ prezioso dei regali:

La capacitΓ  di saper leggere dentro... senza che gli venga rivolta neanche parola... e di comprendere ogni piΓΉ intimo sussurro del cuore di una Donna, conoscendone dall’interno ogni segreto. 

Vi chiederete come.

La mia Γ¨ una storia fantastica, che mi piacerebbe raccontarvi, perchΓ© ne sono certo, vi farebbe tornare a sognare e a credere nella magia.

Ottobre
2020

Si puΓ² fingere un emozione? Si puΓ² falsificare una sentimento? Non credo ciΓ² possa essere possibile. Forse si puΓ² esasperare uno stato d'animo, amplificarlo con maestria a tal punto da farlo assomigliare a qualcosa di molto piΓΉ forte. Penso al teatro.

Ci sono opere che attraverso straordinarie interpretazioni di attori fuori dal comune hanno la capacitΓ  di arrivare dritte al cuore dell'interlocutore. PerchΓ©? Per quale motivo arriviamo ad emozionarci (a volte addirittura fino alle lacrime) per qualcosa che nient'altro Γ¨ che una finzione, un artificio creato dalla mente di un regista o sceneggiatore? 

Molto spesso queste 'finzioni' prendono vita da sentimenti reali. Gli attori piΓΉ bravi spesso si immergono cosΓ¬ tanto nella psicologia della caratterizzazione del loro personaggio tanto da iniziare a respirare, camminare, parlare e provare emozioni come lui. Si mettono completamente al servizio dell'opera, del pubblico ed Γ¨ cosΓ¬ che riescono a offrire interpretazioni indimenticabili. 

Per fare questo spesso attingono a tutte le risorse che hanno dentro di sé, tutta la gamma di emozioni che hanno nel loro intimo. Ed è così che quelle emozioni, quei sentimenti così forti possono vedono la luce tramite il personaggio in questione.

Quindi la domanda rimane sempre la stessa: Cosa Γ¨ reale e cosa invece Γ¨ finzione? Cosa c'entra questo con il rapporto GigolΓ²/Cliente? Ci sono dei rischi per un tale coinvolgimento? Quali sono i limiti da non oltrepassare?

Io ho trovato alcune risposte a queste domande leggendo il primo romanzo dell'autrice Chiara Minore "Amo un GigolΓ²" edito da Abra books. 

Buona lettura